giovedì 23 aprile 2009

fabricando case ... o altro

detesto l'idea che si continui a rebare spazio per costruire.
mi sono sempre chiesto come mai si costruisce sempre,
la risposta è chiaramente per guadagnare, evidente.
ma tutto quello che si costruisce viene veramente venduto?

provate a soffermarvi a controllare tutte le nuove costruzioni terminate o in cantiere della vostra città o paese o percorrendo un autostrada o una statale, sarete sorpresi di vedere quante ce ne sono e noterete che molte esistono da anni, vuote, mai usate, già degradate.

si io fossi il re non permetterei di costruire più nulla su aree libere, ma solo sugli infiniti cadaveri che costellano il nostro territorio!

si io fossi il re ti chiederei perché il tuo palazzo è sfitto e perché ne dobbiamo costruire un altro

si io fossi il re ti direi comprati quella fabbrica in disuso, abbattila, bonificala e poi costruiscici sopra la tua!

si io fossi ... ma purtroppo non lo sono!

venerdì 17 aprile 2009

460

tanti sono i milioni di euro che ci costerà la presa di posizione di bossi/berlusconi.
460 milioni che tra crisi e terremoto potevano sicuramente essere spesi meglio.

grazie governo

martedì 14 aprile 2009

Effetti collaterali legge casa Berlusconi

a palermo si vedono già i primi risultati della legge sulla casa : UNA FAMIGLIA HA AMPLIATO IL SUO BALCONE E ARROSTISCE SU IMPALCATURE!!!
video

mercoledì 8 aprile 2009

per l'abruzzo!

cliccate qui

è un link dove trovate tutte le info per donare aiuti alle varie associazioni.

martedì 7 aprile 2009

squadra antimafia... mah, chiedetelo ad aldo grasso!

Squadra antimafia: ben scritta e recitata

Una fiction su «cosa nostra» che convince pur senza avere nel cast un Raul Bova o un Michele Placido

firmato aldo grasso il 2 aprile 2009 - corriere della sera

forse questo giornalista si è bevuto il cervello.
credo che questo sia il prodotto più ignobile che poteva essere messo in piedi, sfruttando marchio sicilia/mafia.
non sono un moralista, chi mi legge lo sa bene. quindi non parlo assolutamente del fatto che sfruttano un fenomeno criminale per metterseli in tasca a scapito della nostra immagine. la mafia esiste, la fa da padrone spesso e volentieri e lo sappiamo tutti. se sei capace di fare un capolavoro con il tema mafia che ben venga... ma non mi sembra questo il caso.

e adesso mi rivolgo ad aldo grasso, e gli chiedo se abbiamo visto lo stesso prodotto???
visto che io ho visto una sicilia, anzi una palermo girata all'80% in location romane, che sembravano più la toscana che non la sicilia. architetture e vegetazioni non siciliane che lo riconoscono pure le capre... ma aldo grasso pare di no.
l'esempio lampante il casale dove gioé e la commissaria mares scoprono le armi degli abbate ... aldo dove guardavi???

poi gli attori che recitano bene... mah! opinabile quindi non voglio commentarlo. ma che nessuno sape parrari un palermitanu u pozzu riri!!! eccetto un paio ho sentito un abbate parlare in catanese, un'altro killer in trapanese... e lasciamo perdere l'imprenditore del mobilificio.
sentire i romani parlare i siculo come macchiette è ridicolo. non che sia impossibile, attenzione, claudio amendola in mary per sempre è stato da dieci e lode con "io ci tuccavu solu u sticchiu" e deniro nel padrino 2 pareva uno di partinico!
ma qui in questa ... fiction?... non mi sembra che si parli il siciliano.

della sceneggiatura neanche mi soffermo, dato che non esiste.

ma su una cosa mi voglio soffermare e invito alla riflessione aldo grasso...
quando i nostri due eroi appostano la villa dove la moglie del dentista si reca tutte le sere, claudio gioé commenta con disguto il cattivo cibo che condivide in macchina con la commissaria... fa una battuta per dire andiamo a mangiare cose serie e non sta schifezza abbassa il finestrinno lato passeggero e sotto gli occhi della commissaria getta fuori in sacchetto di plastica con il cibo????
aldo ma ti rendi conto del messaggio che un servitore dello stato abbassa il finestrino della sua macchina e getta un sacco ra munnizza fora, in mezzo alla strada??? anche questo ti sembra ben scritto e recitato???

e poi sai, ripensandoci bene in questa ... fiction? dal carattere fortemente palermitana forse questa è l'unica cosa verosimile che hanno saputo scrivere gli autori!!!

se qualcuno conosce aldo grasso, lo prego di fargli leggere il mio post!

non si poteva prevedere ... ???????

giampaolo giuliani, lo aveva previsto

stampa, giornalisti politici, bertolaso lo hanno attacato, denigrato, denunciato.

oggi tutti gli organi di stampa dicono che i terremoti non si possono prevedere,
che il governo ha fatto tutto il possibile,
un coordinamento eccezionale.

non si poteva prevedere.

ma porca troia uno scienziato lo aveva gridato, urlato, si esposto in prima persona.

ma cosa cazzo altro si deve fare!!!
qualcuno me lo deve dire... cosa cazzo altro si deve fare!!!

la stampa e i media stanno facendo passare il messaggio che tutto il necessario è stato fatto!
è gravissimo!!!

bertolaso dovrebbe dimettersi. dovrebbe chiedere scusa all'uomo di scienza giampaol giuuliani! dovrebbe chiedere scusa ai terremotati. poi in silenzio dovrebbe uscire di scena.

p.s.: chiedo scusa per le parolacce che in genere non scrivo mai. ma questa volta erano doverose.

domenica 5 aprile 2009

ricordi...

ieri mi è venuto in mente un ricordo fortissimo.

avevo una decina d'anni era estate, ed ero a casa da mia nonna, a palermo. spesso in estate rimanevo a dormire li da lei. abitava in una un via non centralissima, ma di quelle che servono ad unire varie zone della città, di giorno tanto trafficate e di notte dimenticate da tutti.
ricordo che dormivo nel lettino che si trovava nella stanza di mio padre e dei suoi due fratelli. la nonna quando c'era tanto caldo entrava e ed apriva le finestre. tutta la casa era con le finestre aperte.
quando ero li ci mettevo un pochetto prima di addormentarmi, come sepre quando non dormivo nel mio letto, erano le dieci di sera e fuori era il deserto.
per le strade non c'era aniva viva. e qualsiasi rumore lo sentivi amplificato e dava una sensazione di surreale.
era in quei momenti che percepivo una strana senzazione di vuoto che mi pervadeva,, poi a tratti questo silenzio era dilaniato da un lontanissimo rumore di un motorino o di una motoape o semplicemente di un auto. il ronzio lo sentivi a chilomentri, e lentamente, molto lentamente si avvicinava. e ma mano che si avvicinava ti accorgevi dov'era, di quando rallentava agli incroci, quando curvava, e poi sempre più vicino fino a passare sotto al balcone di mia nonna... e da qui lo sentivi allontanarsi.

quella sensazione mi è rimasta dentro. la faccio coincidere con una palermo di 25 anni fa che non esiste più. una citta che nei mesi estivi si svuotava, che raggiungeva il picco ad agosto quando ti sembrava che potevi dormire una notte sereno sdraiato al centro di via liberta, che tanto nessuno sarebbe passato e ti avrebbe investito. una città che tra l'una e le quattro del pomeriggio diventava silenziosa e vuota di persone con i cani sdraiati sotto alle macchine per godersi un pochetto d'ombra.

ho sempre amato la mia città

venerdì 3 aprile 2009

il virus della terra!

da sempre mi sono chiesto cosa rappresenta la specie umana per la natura.
siamo usciti dalla catena alimentare, per cui ci distinguiamo da tutte le altre specie.
mangiamo tutti ma nessuno ci mangia. ma questo anche i predatori superiori.
ma noi mangiamo anche di tutto. qualsiasi cosa. pesci, carne, vegetali e cibi sintetizzati.

modifichiamo l'ambiente che ci circonda, a scapito di tutte le altre specie.

creiamo utensili, e questo ci dovrebbe classificare come esseri superiori.

spesso ci autodefiniamo come la perfezione della natura, per via delle mani prensili con il pollice opposto, perché abbiamo elaborato il linguaggio, la scrittura, perché realizziamo ponti, macchine, computer, razzi, aerei, bombe, e quant'altro!

ma davvero siamo la perfezione della natura?? veramente siamo il fiore all'occhiello di madre natura?
forse siamo il suo fallimento. la natura ha sempre cercato l'equillibrio, noi lo abbiamo distrutto.
forse siamo un virus che si impianta in un organismo e lo divora lentamente. l'organismo la terra, il virus noi uomini.
prima di noi la terra stava benissimo, adesso sta al tracollo.

forse siamo semplicemente il VIRUS PERFETTO!