martedì 9 dicembre 2008

blog

forse ho ritrovato la motivazione di riscrivere sul blog.
sembra di si.
ho riletto dei vecchi post,
belli, forti, intensi, pieni di "iocicredodavvero"
si continuo
stimolato dall'incontro di un blogger
uno vero,
davvero vero,
ricomincio
da adesso
preparatevi

martedì 16 settembre 2008

a chi me lo chiede sempre

le foto sono le mie, le scatto io!

è così facile

è così facile arrivare in posto che ci rende felici
e cosi facile arrivare lontano dalle brutture
a cosi facile arrivare a dire che é così facile

eppure non lo facciamo
preferiamo dire o pensare che sia difficile
forse ci proteggiamo

esiste un luogo non lontano da noi
dove possiamo
dove ci possiamo credere
e dove sicuramente ci possiamo esprimere

vorrei cullarmi li adesso e per sempre

mercoledì 13 agosto 2008

orrore

ho visto un video
mi ha letteralmente steso
c'erano dei cagnolini
e altri animaletti
e poi c'era un uomo
con un coltello
che li scuoiava
uno ad uno
vivi

non li uccideva
li stordiva
e si arrabiava quando
l'animaletto si ribellava
al suo destino
e lo rimproverava
con un colpetto
ma non lo uccideva

ho visto un animaletto
alzare la testa
e non capire
che succedeva
si guardava intorno
pelle più non aveva
ma ancora vivo era

quell'uomo si trova in Cina
cosi lontana e cosi vicina
se avete il coraggio andate a vedere
su http://it.youtube.com/watch?v=O_8Ko-9uKRs
ma attenzione le immagini
sono molto forti

mercoledì 23 aprile 2008

adesso sto qui

ti vedo tutti i giorni,
tutte le mattine,
lingua di pietra
adesso a me cara
non andrai via, lo so già
domani sarai li
senza aspettarmi
ma rassicurante

venerdì 28 marzo 2008

jurassico ego


arrivi, dove non avresti mai pensato di arrivare.
incontri, attraversi, penetri, compenetri.
ti abbandoni lentamente e freneticamente sul letto
di quel fiume che mai più ti lascerà lo stesso
t'illudi di essere tu
di rimanere fedele
di non tradirti
sei già un altro
se già te stesso
quel misto di incoerenza e illogicità
che tanto difenderai come giusta o vera

...


lunedì 14 gennaio 2008

io sono la leggenda

certo sembrerebbe un po presuntuosa come maniera di riprendere a scrvere su di un blog che da tempo si è trascurato.
ma inquesto caso la leggenda non sono io... ma will smith.
il titolo del post è preso in prestito dal suo film... che di per sè non vale tanto.
non mi dilungo nelle svariate citazioni ma sottolineo solo che avere annerito charlton heston, noto razzista, può essere anche una trovata piuttosto carina - immagino quanto gli avrà fatto girare i maroni al vecchio heston - ma tirate lesomme non capisco proprio il proposito del film, creare un remake post moderno con interazioni mirate di citazioni precise??? insomma lo consiglio solo per qualche virtuosimo digitale quale NY deserta e invasa dalle erbacce econ gli "armaletti" dello zoo in libertà e ritornati "sarbaggi".
ma se ho presto il titolo in prestito non é per parlare del film ma di noi.
noi e le nostre credenze. noi e le nostre incoerenze. noi e il nostro mondo.
tutti noi vorremmo essere una leggenda, tutti noi vorremmo essere l'eroe, il protagonista.
non lo so se tutti noi vorremmo questo. ma sembrerebbe che la tendenza sia questa.
e quando ho letto il titolo quel "io" mi conferma questa tendenza. una leggenda non si racconta in prima persona ma sempre in terza. é necessario per ingranare la lunga marcia della leggenda. nessuno puàò definirsi una leggenda, a meno di non voler cadere nel patetico o nell'autoironia.
almeno questo è quello che credevo...